Via Marcantonio, 116 30023 - Concordia Sagittaria (VE)
email: info@centrobenessereanimali.it

GIOCHIAMO CON IL NOSTRO CANE

GIOCHIAMO CON IL NOSTRO CANE
di Jacqueline Maregatti

 

"Gioca pesante”, “mi morde le mani”, “ci salta addosso”, “ci ruba i vestiti, le scarpe, la cibatte...” sono le lamentele più frequenti che sento quando vado a far visita ad un propietario.

 

 

Passato un primo momento di empasse, il cucciolo comincia ad esplorare l’ambiente, a riconoscerci, ad interagire con i famigliari, e ad avere dei momenti da “matto” in cui si scatena in folli corse a tutta velocità, a prendere in bocca ciò che gli capita a tiro scutendolo come in una scena cruenta di caccia. E rimaniamo nell’accettabile, si è sfogato, speriamo che dorma! Ma quando rivolge le sue attenzioni a noi, ci sale la pressione!!! Pensiamo:” vabbè è piccolo, accontentiamolo, gli passerà”. E sul tappeto di casa, ritornando bambini, diamo il via alla lotta, un corpo a corpo senza tregua.

 

 

Lui non capisce più che stiamo giocando, fà sul serio, e ne usciamo col fiatone e mani massacrate. Per fortuna che è piccolo e pesa poco!!!! I mesi passano, il peso aumenta e... “questo cane non cambierà mai, è un eterno cucciolone”. Possiamo pensare che il nostro cane forse cerca di scoprire i nostri punti deboli come farebbe con un suo simile?

 

 

Osserviamo i cuccioli quando ancora con la madre si azzuffano, si morsicano, si spingono etc., i dentini appuntiti fanno male, ciò servirà per imparare a dosare la forza e lottare con più delicatezza, caratteristica, questa, che non troviamo nei cani poco socializzati con conspecifici. Dalla semplice dimostrazione di forza e coraggio si passerà nei mesi che verranno a un gioco di “supremazia” e svilupperanno istintivamente atteggiamenti di dominanza (per es.: monta le gambe, ringhia vicino alla ciotola etc..) osservazioni utili per prevedere la personalità del cucciolo.

 

 

Ricordiamoci che la scelta della razza determinerà più e meno spiccatamente alcuni giochi, vediamo come il labrador sarà attratto da giochi in acqua, i cani da caccia all’inseguimento di palline, stracci, etc. Come evitare allora che il nostro cucciolo scambi le nostre mani per prede o ci assilli nel tirarci i pantaloni, saltarci addosso, etc.?

 

 

Ecco allora alcune piccole regole generali:

 

 

 

 

-          NO AI GIOCHI TIRA E MOLLA CON STRACCI

 

 

 

 

-          NO AL MORDERE FIN DA PICCOLO LE NOSTRE MANI (non si sta facendo i denti!!!)

 

 

 

 

-          NO ALLA LOTTA

 

 

 

 

 

 

-          NON INCITARE IL NOSTRO CANE AD INSEGUIRE I GATTI DEL VICINO (gli insegnerete in tal modo a rincorrere tutto ciò che si muove, come: biciclette, bambini, motorini etc.)

 

 

 

 

 

 

-          SI ALL’UTILIZZO DEL GIOCO PER ATTIVARLO MENTALMENTE

 

 

 

 

-          SI A QUELLA MIRIADE DI GIOCHI IN GOMMA CHE TROVIAMO IN COMMERCIO, che comunque non sostituiranno mai il tempo prezioso che noi gli dedichiamo....

 

 

-          E ATTENZIONE: EVITATE DI FAR GIOCARE IL VOSTRO CANE CON LE CIABATTE ROTTE PERCHE’ NON LE DISTINGUERA’ DALLE COSTOSE SCARPE NUOVE!

 

 

 

 

-          NON LASCIATE SEMPRE A DISPOSIZIONE I SUOI GIOCHINI, PERDERA’ RAPIDAMENTE INTERESSE E RIVOLGERA’ LA SUA ATTENZIONE AD ALTRO. FACCIAMOGLIELO CONCQUISTARE OGNI GIORNO IN MODO DIVERSO, COME PREMIO PER ES..

 

 

 

 

 

 

USIAMO IL GIOCO PER INSEGNARGLI QUALCHE COSA, CALMARLO E CONOSCERLO DI PIU’ AUMENTANDONE IL CONTROLLO.

 

 

 

 

 

 

JACQUELINE MAREGATTI